Società Italiana di Etologia

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail


La Società Italiana di Etologia (S.I.E.) è costituita da ricercatori che si dedicano allo studio del comportamento animale e delle sue basi biologiche. Gli scopi principali della S.I.E. sono diffondere le conoscenze scientifiche e promuovere le ricerche sul comportamento animale e facilitare i contatti tra i cultori di questi studi.

La S.I.E. è stata fondata a Pisa il 18 maggio 1973, dai fondatori delle principali scuole di Etologia italiane: Leo Pardi di Firenze (premio Balzan nel 1989), Floriano Papi di Pisa (premio Antonio Feltrinelli dell'Accademia dei Lincei nel 1991) e Danilo Mainardi di Parma, affiancati dai loro allievi e da altri studiosi del comportamento animale quali Mario Zanforlin di Padova e Daniele Bovet (Nobel per la Fisiologia o Medicina nel 1957) ed Alberto Oliverio di Roma. L’attuale Presidente della Società è Stefano Turillazzi, dell'Università di Firenze.

Ad oggi gli iscritti alla S.I.E. sono oltre un centinaio, appartenenti a Università e Istituzioni di ricerca di tutt’Italia. L’etologia e le disciplina derivate come l’ecologia del comportamento vengono insegnate in numerosi corsi di laurea nell’ambito delle Scienze Biologiche, Scienze Naturali, Medicina Veterinaria e Psicologia. Dottorati di ricerca in etologia sono presenti nelle sedi di Firenze, Parma e Torino.

Oltre ai propri Convegni nazionali, che si svolgno ogni 2-3 anni, la Società Italiana di Etologia si riunisce ogni due anni con le Società sorelle europee in occasione della European Conference on Behavioural Biology. Nel 2012, il XXV Convegno della SIE si e' svolto a Viterbo dal 12 al 14 settembre, organizzato da Claudio Carere. La prossima ECBB si terra' a Praga nel luglio 2014.

 

VALID CSS   |   VALID XHTML