Il CNRU incontra il Presidente della CRUI

gennaio 11, 2012 by
Presente in: Comunicati, Eventi, Notizie 

Il 19 Dicembre 2011, presso la sede della CRUI, una delegazione del Coordinamento Nazionale dei Ricercatori Universitari (CNRU), composta da Marco MERAFINA (Università di Roma La Sapienza - Coordinatore Nazionale), Clara FERRANTI (Università di Macerata - Coordinatore Locale), Simone MISIANI (Università di Teramo), Renato SANSA (Università della Calabria) e Vincenzo Paolo SENESE (Seconda Università di Napoli - Membro del Direttivo Nazionale e Coordinatore Locale) ha incontrato una delegazione della CRUI formata dal Presidente della CRUI, Marco MANCINI, e dal Rettore dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria Massimo GIOVANNINI.
Durante l’incontro il Presidente della CRUI ha brevemente informato la delegazione del CNRU sul recente incontro con il Ministro PROFUMO e su alcuni contenuti discussi in quella sede.
Il colloquio ha poi avuto come oggetto la situazione dei finanziamenti al sistema universitario, la questione dei finanziamenti alla ricerca, il piano straordinario di reclutamento dei professori e le problematiche ad esso connesse, la questione dei ricercatori e del loro stato giuridico, alcuni aspetti critici riguardanti la normativa relativa alle retribuzioni in connessione con le progressioni di carriera, la questione del finanziamento della tenure track per i ricercatori a tempo determinato (da approfondire in futuro). È stata inoltre consegnata al Presidente Mancini una versione aggiornata della proposta del CNRU sulla questione del riconoscimento del ruolo di professore ai ricercatori meritevoli con un’analisi della sua sostenibilità finanziaria: il Presidente si è impegnato a portare in discussione il testo in seno alla CRUI.
Al termine della riunione, le parti si sono impegnate a prevedere una serie di incontri periodici per garantire un confronto costruttivo sulle tematiche oggetto dei prossimi interventi normativi.

In dettaglio riportiamo una breve sintesi dei punti affrontati, rispetto ai quali si è riscontrata una convergenza.

(a) I fondi previsti dal piano di finanziamento straordinario per il reclutamento in II fascia (Legge di stabilità del 13 dicembre 2010, n. 220, Art. 1, comma 24) devono essere considerati aggiuntivi a quelli ordinari e devono poter essere spesi anche negli anni successivi a quelli di dotazione. Su questo punto si è registrata una convergenza nella richiesta di trasferire al 2012 la quota di 13 milioni di euro prevista nel 2011 e non ancora utilizzabile per le future abilitazioni.

(b) Accordo sulla necessità di dare la massima priorità all’emanazione delle procedure per l’abilitazione nazionale la cui mancanza, tra l’altro, rende appunto inutilizzabili i finanziamenti straordinari previsti dalla suddetta legge di stabilità.

(c) Per quanto riguarda lo scatto stipendiale previsto per i ricercatori dopo il primo anno, le parti si sono dichiarate d’accordo che esso debba essere riconosciuto e che tutti gli atenei si adoperino perché esso venga erogato. Inoltre, CRUI e CNRU convengono sulla necessità che gli organi competenti chiariscano in modo definitivo e per tutto il personale universitario come deve essere considerata la ricostruzione di carriera all’atto della conferma.

(d) Si è riscontrata un’identità di vedute nel prevedere un recupero del blocco degli scatti stipendiali (DL 78/2010) dal punto di vista giuridico, analogamente a quanto previsto per altre categorie di lavoratori non contrattualizzati.

(e) Si è sottolineata la necessità che tutti gli atenei, in modo uniforme, mantengano ben distinte le attività di didattica integrativa (affidate ai ricercatori ai sensi della legge n. 382 del 1980) dalle attività di didattica frontale che vanno comunque retribuite secondo la legge 240.

(f) Si è convenuto sulla necessità che venga garantita, pur nel rispetto delle autonomie, l’omogeneità dei criteri previsti dai regolamenti per le chiamate o concorsi locali (Art. 18) e che si apra un canale di dialogo con i ricercatori sugli aspetti specifici legati ai criteri di valutazione.

(g) Su nostra sollecitazione, si è sottolineata la necessità di avviare una discussione in merito alla tenure track e ai relativi meccanismi di finanziamento. Su questo il Presidente ha dato ampia disponibilità ad approfondire la questione.

(h) Identità di vedute nel prevedere che i finanziamenti della ricerca per i giovani ricercatori siano garantiti ed erogati secondo delle scadenze certe.

(i) Infine, si è convenuto sulla necessità di prevedere un cofinanziamento di supporto alla mobilità dei ricercatori.

Sulla questione del riconoscimento del merito in un’ottica disgiunta dalle disponibilità finanziarie si è registrata una differenza di vedute e pertanto si è convenuto di approfondire l’argomento nei prossimi incontri.
 

La delegazione del CNRU
 

Comments

Scrivi il tuo commento...
e se vuoi aggiungere un'immagine al tuo commento, scegli il tuo gravatar!